Archivi tag: Musician

Music Inside

Perugia, Italia, Music Inside by © - Nicola Nigri

Perugia, Italia, Music Inside by © – Nicola Nigri

 

Io sono nato con la musica dentro di me. E’ l’unica spiegazione che conosco per quello che ho realizzato nella vita.

 

Ray Charles


 

I was born with music inside me. Music was one of my parts. Like my ribs, my kidneys, my liver, my heart. Like my blood. It was a force already within me when I arrived on the scene. It was a necessity for me – like food or water.

Ray Charles

 

Annunci

The Best Side of Umbria Jazz #2

Perugia, Italia, By Nicola Nigri
Perugia, Italia, By Nicola Nigri
I fiori, la musica e i bambini, sono i gioielli della vita.

Pyotr Ilyich Tchaikovsky


 

Happy birthday David Robert Jones in arte David Bowie

Camaleonte, vampiro, genio pop, sperimentatore eroe glam, alieno venuto dal futuro. 67 anni fa David Bowie, l’artista più influente della storia del rock, cadeva sulla Terra. Per spiegarci l’arte della trasformazione e come essere eroi anche solo per un giorno.

La Repubblica

Enhanced by Zemanta

Happy birthday Jeffrey Scott Buckley

47 anni fa nasceva ad Anaheim (California) una grande stella della musica internazionale: Jeff Buckley.

Purtroppo ci ha lasciati troppo presto a causa di un tragico evento nel 1997. Per fortuna la sua musica rimarrà per sempre.

Wish you were here Jeff…

Oren Lavie -The opposite side of the sea

Domenica, seconda serata. Pronto per il consueto appuntamento con “Sostiene Bollani”, giunto all’ultima puntata e trasmesso, per l’occasione, dall’Auditorium RAI, Arturo Toscanini, di Torino.
Filo rosso: celebrazione della potenziale poliedricità di una tradizionale orchestra sinfonica tra musica classica e musica contemporanea.
Ad un tratto, Il Nostro Stefano introduce, come d’abitudine, un artista il cui nome inizialmente, ad esser sincero, mi sfugge: Oren Lavie. Prime note di pianoforte (gentilmente “messo a disposizione” da Bollani che “umilmente” si accomoda di fianco per impreziosire il brano con un Fender Rhodes) e rimango sin da subito affascinato dalle sonorità e dal timbro vocale di questo polistrumentista Israeliano, discepolo di Nick Drake. Ho deciso, così, di ascoltare il suo disco, “The opposite side of the sea“.

L’album, in realtà, era stato pubblicato in Europa, una prima volta, nel 2007, purtroppo con scarse vendite e successo.
Nel 2009, dopo qualche ritocco, viene rilasciata l’attuale versione. Il risultato è un autentico capolavoro!
Nelle 11 tracce, tutte ugualmente meritevoli di essere ascoltate, si percepisce l’influenza di Nick Drake e riecheggiano sonorità care a Sting, Coldplay, Beatles e Pink Floyd.
Assolutamente da ascoltare!!
Piccola nota critica rivolta al mondo discografico che nella maggior parte dei casi sacrifica il talento per il denaro e questo disco ne è sicuramente un esempio lampante.
In compenso, grazie ancora una volta a Stefano Bollani, sensibile mecenate!

Un grazie a Isidoro Nigri per la realizzazione