Archivi categoria: Cultura

What’s going on

Quando un’alba o un tramonto non ci danno più emozioni, significa che l’anima è malata. (Roberto Gervaso)

30504987272_bbdb69080f_z
©2016 Nicola Nigri
Annunci

Jeep’s Blues

Quote from “American Hustle” the movie :

[Irving and Sydney are sat in a room listening to one of Ellington’s records]
Irving Rosenfeld: Who starts a song like that?!
Sydney Prosser: It’s magic.
Irving Rosenfeld: It’s magic.

Chi inizierebbe con una canzone cosi?
Capolavoro
Jeep’S Blues by Duke Ellington live at Newport 1956

Here comes the sun

Per dimenticare una Pasquetta “nuvolosa” ecco a voi un bel time lapse realizzato da me il giorno di Pasqua…

Buona Visione

Nicola

 

Milano

_DSC2350.jpg
Milano, Italy, 2016 ©NicolaNigri

Milano by Lucio Dalla

Milano vicino all’Europa
Milano che banche che cambi
Milano gambe aperte
Milano che ride e si diverte
Milano a teatro
un ole’ da torero
Milano che quando piange
piange davvero
Milano Carabinieri Polizia
che guardano sereni
chiudi gli occhi e voli via
Milano a portata di mano
ti fa una domanda in tedesco
e ti risponde in siciliano
poi Milan e Benfica
Milano che fatica
Milano sempre pronta al Natale
che quando passa piange
e ci rimane male
Milano sguardo maligno di Dio
zucchero e catrame
Milano ogni volta
che mi tocca di venire
mi prendi allo stomaco
mi fai morire
Milano senza fortuna
mi porti con te
sotto terra o sulla luna
Milano tre milioni
respiro di un polmone solo
Milano che come un uccello
gli sparano
ma anche riprende il volo
Milano piovuta dal cielo
tra la vita e la morte
continua il tuo mistero
Milano tre milioni
respiro di un polmone solo
che come un uccello
gli sparano
ma anche riprende il volo
Milano lontana dal cielo
tra la vita e la morte
continua il tuo mistero

Un grande uomo prima che fotografo…

1 Sebastiao-Salgado-Sudan-1985
©Sebastião Salgado

 

“Negli anni ’90, dal 1994 al 2000, ho fatto fotografie per una storia dal titolo Migrazioni. È diventata un libro, poi una mostra.
Ma mentre stavo facendo queste fotografie, stavo vivendo un momento molto difficile della mia vita, soprattutto in Ruanda. In Ruanda vidi la brutalità totale. Vidi gente morire a migliaia ogni giorno. Persi la fiducia nella nostra specie. Non credevo che fosse più possibile per noi vivere, e iniziai ad essere attaccato dallo stafilococco. Iniziai ad avere infezioni dappertutto. Quando facevo l’amore con mia moglie, non mi usciva nemmeno più sperma; usciva sangue. Andai a vedere un medico a Parigi, gli dissi che ero molto malato. Mi visitò per lungo tempo, e mi disse: “Sebastian, non sei malato, la tua prostata è a posto. Quello che è successo è che hai visto così tanti morti che stai morendo anche tu. Devi smettere. Smettere. Devi smettere perché altrimenti morirai.”

“In the ’90s, from 1994 to 2000, I photographed a story called Migrations. It became a book. It became a show.
But during the time that I was photographing this, I lived through a very hard moment in my life, mostly in Rwanda. I saw in Rwanda total brutality. I saw deaths by thousands per day. I lost my faith in our species. I didn’t believe that it was possible for us to live any longer, and I started to be attacked by my own Staphylococcus. I started to have infection everywhere. When I made love with my wife, I had no sperm that came out of me; I had blood. I went to see a friend’s doctor in Paris, told him that I was completely sick. He made a long examination, and told me, “Sebastian, you are not sick, your prostate is perfect. What happened is, you saw so many deaths that you are dying. You must stop. Stop. You must stop because on the contrary, you will be dead.”